International Jazz Day, solidarietà e musica per vivere il momento “sospeso”

Lorenzo Arese, Carlo Chirio e Filippo Cosentino. Crediti: Fabio Santucci

Un genere musicale capace di unire le persone di tutto il mondo, celebrato con una ricorrenza introdotta nel 2011 dall’UNESCO. 

Oggi, giovedì 30 aprile, è l’International Jazz Day. L’emergenza Coronavirus impedisce qualsiasi concerto, jam session o festival: gli eventi e gli ascoltatori si sono spostati quindi sulle piattaforme online. 

In un periodo dell’anno che vede abitualmente Torino e il Piemonte impegnati con la musica afroamericana – in particolare grazie al Torino Jazz Festival –  la Fondazione Piemonte Dal Vivo ha deciso di lanciare un nuovo format: “No panic that’s Jazz”. Otto episodi musicali – il primo è stato lanciato il 15 aprile – pensati per Youtube e Instagram. Protagonista è il jazz, accompagnato dalla voce di Matteo Negrin, concertista, compositore e direttore della Fondazione. Tra citazioni e rimandi musicali, un percorso a puntate che traccia un parallelismo tra il momento “sospeso” che stiamo vivendo a causa del lockdown e la pratica jazzistica. “No panic that’s Jazz”, grazie alla creatività del genere, evidenzia le possibile strategie di adattamento, le risposte alle restrizioni a cui siamo sottoposti in questo periodo. Strategie che chiamano in causa il valore dell’improvvisazione e il contributo artistico fornito da musicisti come Luis Armstrong, John Coltrane, Miles Davis e Duke Ellington. 

Ad Alba invece, l’associazione Milleunanota – da 11 anni impegnata con l’International Jazz Day – organizza una versione online per ricordare i valori di questa giornata insieme a diversi artisti e musicisti provenienti dal Piemonte e dalla Toscana. Previsto anche – direttamente da Hong Kong- l’esibizione del pianista Preston Lau insieme alla sassofonista Zoe NG, L’appuntamento è sulla pagina Facebook dell’associazione per le ore 19. 

Quest’anno Milleunanota pubblicherà un video per il Jazz Day 2020, invitando gli spettatori a un gesto di solidarietà: una donazione per sostenere la Croce Rossa Italiana di Alba. Durante la serata interverranno musicisti delle province di Cuneo, come Filippo Cosentino – musicista albese autore dell’album bestseller “Baritune”, pubblicato per l’etichetta Incipit/EgeaMusic lo scorso gennaio – Carlo Chirio e Lorenzo Arere. I tre artisti hanno inciso un disco di prossima pubblicazione, “Leave the thorn, take the rose”, che uscirà per l’etichetta giapponese DaVici Publishing.  

Dalla provincia di Asti interverrà il sassofonista Giuseppe Di Filippo, membro storico della formazione di Carlo Actis Dato, che nelle scorse settimane ha pubblicato il suo primo disco, “Making Monsters”.  Dalla Toscana invece parteciperà Francesco Rainero, giovane cantautore che ha da poco rilasciato il suo ultimo disco “Generazione”.

 Per effettuare la donazione alla Croce Rossa di Alba: IBAN IT87X0311122501000000035515 indicando come causale Note per Alba

RICCARDO PIERONI 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *