Partecipate, confermati gli ad di Enel, Eni, Leonardo e Poste

Il Palazzo ENI nel quartiere romano dell'EUR

La partita delle nomine si è conclusa. L’accordo tra i partiti della maggioranza – frutto di un’intesa raggiunta soprattutto giovedì scorso – ha portato al rinnovo degli amministratori delegati nelle grandi partecipate pubbliche quotate in borsa:  Enel, Eni, Leonardo e Poste . Stanotte, martedì 21 aprile, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha depositato le liste che comporranno i cda delle quattro aziende di Stato. Si dovrà invece attendere ancora qualche giorno per conoscere le liste che rinnoveranno i consigli di Enav, MPS (Monte dei Paschi di Siena) e Terna.

Gran parte delle decisioni del governo giallorosso guidato da Giuseppe Conte non si discostano dalle precedenti scelte effettuate quando a Palazzo Chigi sedevano Paolo Gentiloni e Matteo Renzi.  Le nomine saranno deliberate con il voto nelle assemblee degli azionisti di ogni società, che si riuniranno a porte chiuse a partire dal 13 maggio.

Confermato Starace, novità Crisostomo

Per i prossimi tre anni sarà nuovamente Francesco Starace a guidare la multinazionale dell’energia. L’amministratore delegato confermato vanta una lunga esperienza all’interno dell’azienda: è entrato nel gruppo a partire dal 2000, ricoprendo inizialmente posizioni in ambito dirigenziale.

Per l’Enel ci sarà una novità invece riguardo alla presidenza, affidata a Michele Crisostomo, avvocato specializzato nell’assistenza a banche e assicurazioni. Crisostomo si è occupato del ricorso contro l’Unione Europea che ha portato a un successo italiano nella vicenda dell’acquisto di Banca Tercas (ex Cassa di Teramo) da parte della Banca popolare di Bari.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione

  1. Michele Alberto Fabiano Crisostomo
  2. Francesco Starace
  3. Alberto Marchi
  4. Costanza Esclapon
  5. Mirella Pellegrini
  6. Mariana Mazzucato

Rimane Descalzi, presidenza a Calvosa

Claudio Descalzi guiderà ancora Eni. Un incarico che ricopre dal maggio 2014, quando venne nominato dal governo Renzi. Laureato in Fisica, la sua carriera all’interno del colosso petrolifero iniziò nel 1981: ingegnere di giacimento. Successivamente diventò project manager per lo sviluppo delle attività nel Mare del Nord, in Libia, Nigeria e Congo. Ha ricoperto molti incarichi all’interno dell’azienda, fino ad arrivare alla nomina più prestigiosa nel 2014.

Sarà invece Lucia Calvosa a ricoprire il ruolo di presidente dell’azienda. Avvocato e professoressa di diritto commerciale all’Università di Pisa, quando aveva 17 anni visse un lutto familiare: suo zio, Fedele Calvosa, procuratore della Repubblica a Frosinone, venne ucciso dalle Formazioni Comuniste Combattenti (8 novembre 1978). Calvosa è stata consigliere di amministrazione di Telecom Italia dal 2011 al 2018, nel cda di Banca Mps, dall’aprile 2015 al dicembre 2017 e dal novembre 2014 siede nel cda della società editoriale del Fatto Quotidiano.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione

  1. Lucia Calvosa
  2. Claudio Descalzi
  3. Ada Lucia De Cesaris
  4. Nathalie Tocci
  5. Emanuele Piccinno
  6. Filippo Giansante

Il nuovo Collegio Sindacale

  1. Marco Seracini
  2. Mario Notari
  3. Giovanna Ceribelli
  4. Roberto Maglio
  5. Monica Vecchiati

Profumo confermato ad, Carta alla presidenza

Alessandro Profumo rimane alla cabina di comando di Leonardo. Ex banchiere ed ex amministratore delegato di Unicredit, Profumo era stato nominato al vertice della partecipata nel 2017, su proposta del governo Gentiloni.

Cambia invece la presidenza dell’azienda industriale con la nomina di Luciano Carta. Generale di corpo d’armata della Finanza dal 2014, Carta lascia la direzione dell’Aise, l’Agenzia informazioni e sicurezza esterna, dove era stato nominato il 21 novembre 2018 (prima aveva ricoperto l’incarico di vicedirettore).

Il nuovo Consiglio di Amministrazione

  1. Luciano Carta
  2. Alessandro Profumo
  3. Carmine America
  4. Pierfrancesco Barletta
  5. Elena Comparato
  6. Paola Giannetakis
  7. Federica Guidi
  8. Maurizio Pinnarò
  9. Ivana Guerrera
  10. Novica Mrdovic Vianello

Confermati Del Fante e Farina

Matteo Del Fante ricoprirà ancora per tre anni l’incarico di amministratore delegato (era stato scelto nel 2017 dal governo Gentiloni). Il manager ha ricoperto numerosi incarichi nella sua carriera: nel 2014 era stato nominato dal governo Renzi ai vertici di Terna, l’operatore indipendente di reti per l’energia elettrica.

Confermata anche Maria Bianca Farina alla presidenza di Poste Italiane. Amministratrice delegata di Poste Assicura dal 2007 al 2017, Farina è anche vice presidente del Consiglio Direttivo della FEBAF, la Federazione delle banche, delle assicurazioni e della finanza.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione

  1. Maria Bianca Farina
  2. Matteo Del Fante
  3. Bernardo De Stasio
  4. Daniela Favrin
  5. Elisabetta Lunati
  6. Davide Iacovoni

RICCARDO PIERONI 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *