A Villa Minozzo (RE) i campioni dello sport in campo contro il coronavirus

Il coronavirus non sembra dare tregua all’Emilia Romagna. Nei primi due giorni di questa settimana il numero dei contagiati è salito a 3522, di cui 197 con necessità di assistenza in reparti di terapia intensiva. Qualora non venisse registrata un’inversione di tendenza, gli ospedali della regione si troverebbero ad affrontare un serio stato di difficoltà.

Così a Villa Minozzo, in provincia di Reggio Emilia, quattro campioni dello sport hanno aderito alla raccolta fondi “5mila euro… in 5 giorni” lanciata dalla pro loco comunale. Si tratta di Giuliano Razzoli (campione olimpico di sci), Marco Silvestri (portiere della serie A di calcio), Davide Guiducci (campione olimpico e mondiale di deltaplano) e Francesco Antichi (campione italiano staffetta 4×400 metri). Il ricavato sarà destinato al reparto di rianimazione dell’Ospedale Santa Maria di Reggio Emilia e al pronto soccorso dell’Ospedale Sant’Anna di Castelnovo nè Monti.

 



“Per aiutare gli ospedali reggiani in questa grave emergenza abbiamo pensato di coinvolgere le eccellenze sportive nate nei nostri territori” spiega Gabriele Ferrari, presidente della pro loco di Villa Minozzo. “Quattro campioni di livello internazionale nati e cresciuti a Villa Minozzo che hanno messo faccia e voce per aiutarci a promuovere questa campagna. Abbiamo già superato quota 3500 euro e siamo veramente soddisfatti. È ancora possibile donare, per cui contiamo che possano arrivare ancora molte offerte. Con la somma raccolta verrà acquistato materiale sanitario per contrastare l’ulteriore diffusione del coronavirus e per la protezione di dipendenti e volontari che prestano soccorso”.

È possibile dare il proprio contributo su gofoundme e attraverso donazioni su iban (IT70S0303266560010000264247, causale “lotta al Coronavirus”) indicando il proprio indirizzo email. Eventuali erogazioni private in contanti possono essere fatte contattando il numero: 331 7550779.

La pro loco di Villa Minozzo è un’ associazione nata nell’agosto 2019 con l’ obiettivo di rilanciare e promuovere il territorio del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. “La nostra è una realtà dall’enorme potenziale naturale ed umano, ma sempre più priva di servizi ed iniziative – conclude Ferrari -. Siamo un gruppo di 8 ragazzi tra i 30 e i 45 anni e la nostra associazione conta circa 120 iscritti. I progetti sviluppati in questi mesi hanno avuto come obbiettivo la salvaguardia dell’ambiente e il coinvolgimento attivo della popolazione. Stiamo cercando di ricostruire una coscienza collettiva, facendo accrescere l’amore per il nostro territorio. E questa raccolta fondi ci è sembrata da subito la cosa giusta da fare”. L’iniziativa vede inoltre il patrocinio del comune di Villa Minozzo e del sindaco Elio Sassi.

Dal nostro corrispondente FEDERICO CASANOVA

Per l’emergenza coronavirus la redazione di FuturaNews si è organizzata per lavorare diffusa sul territorio di appartenenza degli studenti giornalisti praticanti del Master Giorgio Bocca, che ha attivato la formazione a distanza.
Per questo le notizie locali da oggi saranno firmate dai nostri “corrispondenti”, sparsi dal Piemonte alla Lombardia, dall’Emilia Romagna alla Toscana, dal Lazio alla Campania fino alla Puglia e al Friuli Venezia Giulia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *