Anna Maria Loreto è la nuova procuratrice capo di Torino

Titolare di inchieste sulla criminalità organizzata e a lungo alla guida della Direzione distrettuale antimafia torinese, sarà la prima donna a guidare la procura del capoluogo piemontese.

Una carriera in magistratura, da oltre trent’anni protagonista di indagini e inchieste delicate, come quella che recentemente ha rivelato i condizionamenti operati dalla ‘ndrangheta sulle elezioni regionali in Valle D’Aosta del 2018, Anna Maria Loreto è la nuova procuratrice capo di Torino. Sarà la prima donna a dirigere l’ufficio giudiziario sabaudo.

Il Consiglio Superiore della Magistratura ha individuato nella giudice Loreto la figura ideale per sostiuire l’ex procuratore capo Armando Spataro, andato in pensione nel dicembre 2018.

Nell’assemblea di ieri pomeriggio la magistrata è passata con dodici voti favorevoli. Sette sono andati al procuratore di Siena Salvatore Vitiello, quattro gli astenuti. A favore di Loreto hanno votato i togati di Area, Autonomia e Indipendenza, l’indipendente Nino Di Matteo e i laici eletti dal Parlamento, Alberto Benedetti (Movimento Cinque Stelle) e Michele Cerabona (Forza Italia). A sostegno di Vitiello si sono schierati invece i togati di Magistratura Indipendente e di Unicost. La nomina di Loreto –  che sarà la prima donna al vertice di una grande procura italiana –  arriva a una settimana esatta dall’elezione di Marta Cartabia, il primo presidente donna della Corte Costituzionale.

Magistrato dal 1981,  Loreto ha una lunga carriera nel capoluogo piemontese. Tra i vari incarichi che ha ricoperto c’è stato quello di procuratore aggiunto di Torino. Oltre all’inchiesta sulle infiltrazioni ‘ndranghetiste in Valle D’Aosta che ha portato alle dimissioni del presidente della Regione Antonio Fosson, la magistrata ha guidato altre indagini sulla criminalità organizzata calabrese. Una delle più recenti è l’inchiesta che ha portato all’arresto del latitante Nicola Assisi. Fermato dalle forze dell’ordine a San Paolo del Brasile, era considerato uno dei più grandi narcotrafficanti al mondo.

Sono numerosi i commenti che hanno accolto positivamente la nomina di Loreto. “Guida autorevole e prima donna a dirigere la procura di Torino”, ha commentato la vicepresidente del Senato Anna Rossomando. La sindaca Chiara Appendino ha affidato invece a Twitter i suoi auguri di buon lavoro.

RICCARDO PIERONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *