Processo piazza San Carlo, la sindaca ha chiesto il rito abbreviato

Nuova udienza questa mattina, 10 dicembre, per il processo sulla tragedia di piazza San Carlo. La sindaca di Torino Chiara Appendino, imputata insieme ad altri quattordici amministratori per lesioni, omicidio e disastro colposi ha scelto il rito abbreviato. Se la prima cittadina sarà rinviata a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare Maria Francesca Abenavoli il processo si svolgerà quindi a porte chiuse e sulla base dei risultati delle indagini svolte dagli inquirenti, con una riduzione della pena di un terzo rispetto a quanto previsto dalla legge in caso di condanna.

Una scelta finalizzata a ridurre i tempi di un procedimento cominciato più di un anno fa per chiarire in sede giudiziaria le responsabilità degli incidenti avvenuti la notte del 3 giugno 2017, quando decine di migliaia di persone erano radunate in piazza San Carlo per assistere dal maxi-schermo alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Le condanne in primo grado per chi ha materialmente scatenato il panico tra la folla sono arrivate nei mesi scorsi, per accertare il concorso di colpa delle istituzioni occorre aspettare ancora.

LUCA PARENA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *