Gtt cancella 30 fermate tra tram e bus

Il traffico è lento, i tram e i bus non passano e i torinesi arrivano tardi a scuola e al lavoro.  Le lamentele verso il servizio offerto dalla Gtt, il Gruppo Torinese Trasporti, sono tante e continue, ma della riorganizzazione di tutta la rete dei trasporti, in stand-by dal 2016, sembra se ne siano perse le tracce. Nell’attesa, però, l’azienda ha annunciato un nuovo piano di mobilità del comune che, assicura Gtt, porterà ad un miglioramento dei tempi di percorrenza. Dal primo dicembre, infatti, trenta fermate sulle sette linee dei tram verranno soppresse. La scelta si è basata su tre criteri: distanza dalla fermata precedente e successiva, lontananza dai poli di interesse, numero di passeggeri che timbrano il biglietto.

“Anche con i nuovi interventi, mediamente le fermate non distano più di 500 metri l’una – ha precisato Gtt – Ciò significa che un utente per raggiungere una fermata a scelta percorre al massimo 250 metri”. 

Insieme al potenziamento della priorità semaforica che dovrebbe garantire l’onda verde ai mezzi pubblici e all’ aumento delle corsie riservate a bus e tram, la manovra – stando alle previsioni Gtt – potrebbe garantire una riduzione media dei tempi di percorrenza dell’8,5% su tutte le linee di tram.

MARTINA STEFANONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *