Le Atp Finals danno spettacolo verso Torino

Mancano ancora due anni all’approdo delle Atp Finals di tennis a Torino, ma la macchina organizzativa si è messa in moto. Durante il fine settimana, la sindaca Chiara Appendino, l’assessore allo sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, il presidente della Camera di Commercio Vincenzo Ilotte e il presidente della Federazione italiana tennis Angelo Binaghi sono stati a Londra per assistere alla 50esima edizione del torneo che riunisce i migliori otto tennisti della stagione. È stata l’occasione per ammirare uno spettacolo di altissimo livello e avviare contatti in vista del 2021.

Insieme ai rappresentanti delle istituzioni sono stati invitati gli amministratori di alcune aziende del territorio. Alessandro Boglione di Basic Italia, licenziatario di distribuzione di marchi come Kappa, K-way e Superga, è stato a Londra, così come Paolo Damilano, ceo del gruppo che distribuisce l’acqua Valmora. Lavazza sta già legando il suo nome al futuro prossimo del tennis, come dimostra la scelta dei brand ambassador Jannik Sinner e Alex de Minaur, finalisti dell’ultimo Next Gen di Milano, e figura tra i possibili sponsor. La partita più importante per il comitato organizzatore, atteso all’atto costitutivo entro fine anno, sarà però il reperimento del title sponsor che affianchi il proprio nome a quello delle Finals. Da questo punto di vista, il weekend londinese è stato prezioso anche per portare avanti le trattative di rinnovo con l’azienda giapponese Nitto, presieduta da Hideo Takasaki.

In campo tra presente e futuro

A ricevere il trofeo di vincitore delle Nitto Atp Finals 2019 dalle mani di Takasaki, è stato il 21enne greco Stefanos Tsitsipas. Per la terza volta nella storia del torneo, la finale è stata decisa al tie-break (6-7, 6-2, 7-6) con Tsitsipas che ha saputo prevalere sull’avversario Dominic Thiem grazie alla tenuta mentale e alla capacità di limitare gli errori (il computo finale è 16-40 a favore del greco). Vincitore alla sua prima partecipazione al “torneo dei maestri”, Tsitsipas, oggi n. 6 del ranking Atp, si propone come nuova star del tennis mondiale.

In ottica Torino 2021 però anche l’Italia coltiva speranze di essere protagonista. Matteo Berrettini ha appena partecipato alle Atp Finals di Londra 41 anni dopo l’ultima volta di Corrado Barazzutti, conquistando la prima storica vittoria di un tennista azzurro (7-6, 6-3 a Thiem nella fase a gironi). Da oggi, 18 novembre, sarà impegnato con la Nazionale a Madrid nel nuovo format della Coppa Davis. In squadra con lui, c’è anche l’amico torinese Lorenzo Sonego. Se Berrettini è esploso quest’anno, chi promette di farlo presto è l’altoatesino Jannik Sinner, 18 anni. Iniziato il 2019 da n. 553 della classifica Atp, oggi è 78esimo dopo aver vinto tre Challenger e lo scorso 9 novembre il Next Gen di Milano. Segnali dal futuro che caricano di attesa l’evento di Torino.

LUCA PARENA

Tags from the story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *