Nasce ad UniTo lo sportello Anti-violenza.

Uno sportello Anti-violenza in ateneo. Uno spazio gratuito di ascolto e sostegno rivolto a studentesse, ricercatrici, docenti, impiegate e più in generale, a qualunque donna o uomo studi e lavori nell’Università degli Studi di Torino che subisce o ha subito violenza.

È l’iniziativa presentata oggi, 24 ottobre, al Campus Einaudi. Lo sportello è il primo del genere in un’università italiana e nasce dalla collaborazione tra il gruppo di ricerca Varco (Violenza Contro Le Donne: Azioni In Rete Per Prevenire e Contrastare) del Dipartimento di Culture Politica e Società dell’Università di Torino e i Centri Anti-violenza E.m.m.a. Onlus.

L’obiettivo generale del progetto è quello di riuscire ad intercettare le situazioni di disagio e contrastare la violenza di genere, attraverso una rete che coinvolga i diversi soggetti che si occupano del problema sul territorio. Dagli operatori dei servizi sociali alle forze dell’ordine e alle istituzioni.

La scelta del luogo non è casuale come spiega Anna Maria Zucca, presidentessa del Centro E.m.m.a: “Il dato che più ci ha colpito nell’ultimo report dell’Istat è che la fascia maggiormente interessata dagli episodi di violenza è quella delle donne dai 25 ai 35 anni. Giovani che iniziano il loro percorso di emancipazione nello studio e nel lavoro. Violenza che non è solo fisica ma soprattutto psicologica”. 

“C’è un interesse diffuso nella popolazione studentesca sul tema – specifica la professoressa Marinella Belluati, anche lei coinvolta nel progetto – A lezione avvertiamo che c’è disagio quando si parla di questo argomento. Le operatrici dello sportello sono state contattate da studentesse e studenti ancora prima dell’inaugurazione ufficiale, e il post di presentazione in rete dell’iniziativa ha  superato le 18mila visualizzazioni  in meno di una settimana. Per questo abbiamo deciso di offrire questo servizio in ateneo”.

Paola Torrioni, docente responsabile del progetto Varco sottolinea: “Il problema della violenza è innanzitutto psicologico, un aspetto che viene spesso sottovalutato. Questo spazio nell’ateneo vuole rispondere proprio all’esigenza di garantire un luogo di serenità e supporto. La sensibilizzazione è un passaggio fondamentale per fare emergere il fenomeno che è innanzitutto culturale”.

Lo sportello sarà attivo tutti i giovedì dalle 14 alle 19 presso la Main Hall del campus Einaudi con uno spazio prevalentemente informativo, la fascia 17 – 19 è dedicata a colloqui riservati.

Le operatrici potranno essere contattate attraverso il numero verde 800.093.900.

                                                                                      FRANCESCA SORRENTINO

Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *