Dalla stilista per donne musulmane ai modelli “bionici”: la Torino Fashion Week è un inno all’integrazione

Hind Lafram Torino Fashion Week
Hind Lafram con le modelle che sfileranno per lei alla Torino Fashion Week

Lei si chiama Hind Lafram e ha 25 anni, di cui 22 trascorsi a Torino; originaria del Marocco, è la prima stilista per donne musulmane in Italia, e il suo è il primo marchio “made in Italy” del suo genere nel modest fashion. Per ora i suoi capi si possono acquistare tramite i social network Facebook e Instagram, ma a breve sarà online il nuovo sito di e-commerce. Lafram sarà una delle protagoniste della quarta edizione della Torino Fashion Week.

Alle sfilate torinesi, in collaborazione con l’agenzia Fashion Team Model’s Management, saliranno in passerella anche i modelli dell’associazione Bionic People Riccardo Cotilli, torinese di 21 anni, personal trainer e atleta della nazionale italiana di sci di fondo, e Alessandro Ossola, 31 anni, di Grugliasco, che hanno perso un arto a seguito di incidenti d’auto. Cotilli e il referente comunicazione Christian Floris raccontano cos’è il sodalizio e il senso della loro partecipazione alla manifestazione.

Torino, una settimana in passerella: riflettori puntati su Cina e moda islamica

Il mese di giugno chiuderà in bellezza con le sfilate della quarta edizione della Torino Fashion Week e l’evento per gli operatori del settore Torino Fashion Match, presentati stamattina, giovedì 13 giugno, al Palazzo della Luce.

Claudio Azzolini, presidente TModa, durante a conferenza stampa

Emozionato l’organizzatore Claudio Azzolini, ha sottolineato come l’evento punti a dare spazio ai giovani emergenti e alle contaminazioni con culture diverse: protagoniste della kermesse saranno infatti la Cina e la moda islamica, in collaborazione con l’Islamic Fashion and Design Council.

L’assessore al commercio Alberto Sacco ha speso parole entusiastiche per l’evento: “Alla città la Fashion Week piace molto, per una serie infinita di ragioni: ha riportato al centro la moda, di cui Torino un tempo era capitale, dà spazio ai giovani e alla diversità, collabora con l’estero e ha creato nel tempo partnership importanti”. Fra queste Sacco ha sottolineato il rapporto con La Rinascente, dando notizia di un investimento del marchio in città su cui, ha detto, saranno svelati i dettagli a breve. Gli altri partner principali sono Unioncamere Piemonte, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (Cna) della Città Metropolitana di TorinoCamera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura torinese, Enterprise European Network.

Le sfilate sono in programma dal 27 giugno, giornata in cui saranno presentati i progetti di tesi degli studenti dell’Istituto Europeo di Design, al 3 luglio all’ex Borsa Valori in via San Francesco da Paola 28. Madrina della prima serata sarà la modella e showgirl Nina Moric.

Dal 29 giugno al 1° luglio il Palazzo della Luce in via Bertola 40 ospiterà Torino Fashion Match, l’appuntamento rivolto agli operatori di settore, con focus su intelligenza artificiale, economia circolare, finanziamenti alle imprese. Come ha ricordato Paolo Bertolino, segretario generale di Unioncamere Piemonte, le imprese piemontesi del “fashion” sono circa 4mila e danno impiego a 35mila addetti: “Nonostante il calo importante dell’export emerso dai dati pubblicati proprio ieri, in questo settore vale ancora 3,6 miliardi di euro di fatturato”, ha spiegato.

Torino si prepara quindi ad accogliere il mondo della moda, all’insegna dell’integrazione e della valorizzazione delle contaminazioni fra culture.

ADRIANA RICCOMAGNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *