Biciclettata della luce per il “Teatro a Pedali”

Cultura, sport e scienza in sinergia per l’ambiente. “Teatro a Pedali“, patrocinato dal Comune di Torino, è il format di uno spettacolo teatrale dal vivo ad impatto zero che vuole sensibilizzarci sul tema dell’ecosostenibilita attraverso un approccio esperienziale. Si tratta di un sistema di cogenerazione elettrica, realizzato da Mulino ad Arte – giovane impresa culturale di Torino – , azionato da 15 biciclette collegate ad un impianto di accumulo che permette di alimentare l’impianto elettrico del palco.  

Progetto che nasce tre anni fa,  “Teatro a Pedali” è l’evoluzione dello spettacolo teatrale “Mi abbatto e sono felice” che si autoalimenta grazie allo sforzo prodotto dall’attore in scena, che pedalando per un’ora intera su una bicicletta recuperata nel garage del nonno, fa girare una dinamo collegata a dei fari, che si illuminato a seconda dell’intensità della pedalata. “Abbiamo visto trasformare l’esperienza dello spettacolo di” Mi abbatto e sono felice” in un format che possa essere replicato e adottato da altre realtà che vogliono abbracciare un nuovo modo di fare teatro, a basso impatto e con un messaggio di sostenibilità” spiega Daniele Ronco, ideatore del progetto.

Questa idea eco-friendly è sostenuta dal Eicom Energia e dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Open Lab ed inserita nel macro progetto” Play Your Life”, finanziato dal bando Funder 35 di Cariplo per il triennio 2018-2020.

Il battesimo di “Teatro a Pedali” avverrà  sabato 4 maggio alle 15, con la “Pedalata della luce”. Una biciclettata, in collaborazione con Bike Pride Fiab Torino, in cui il pubblico sarà chiamato a partecipare attivamente per alimentare il palco, collaborando così all’auto-sostenibilità dell’evento. Il lancio del progetto sarà così una giornata dedicata al teatro e al ciclismo, all’insegna della sostenibilità ambientale. Terminata la pedalata, che partirà e si concluderà al Palazzo della Luce, alle 17 si terrà la biciclettata didattica rivolta agli studenti dell’istituto Boselli di Torino direttamente all’interno della location, per dare avvio all’accumulo di energia necessaria per lo spettacolo della sera. Ad intrattenere gli studenti, ci saranno gli ideatori del progetto e Paola Gianotti, atleta che ha battuto il Guinness World Record, girando il mondo a bordo della sua Bicicletta in 144 giorni.

Alle 18 la sostenibilità sarà anche occasione di convivialità, a tavola con lo show cooking crudista green e degustazione a cura dell’Associazione Peace & Raw. Infine, alle 20.45 lo spettacolo teatrale in cui sostenibilità e intrattenimento si uniranno e si amalgameranno grazie all’energia delle due ruote.

“Teatro a Pedali” proseguirà il suo viaggio raggiungendo ben sette tappe: il 9 giugno arriverà a Villa Sassi di Torino, poi il 15 e 21 giugno ma anche il 10 e il 20 luglio sarà a Cumiana, il paese d’Europa con più borgate. Scenderà anche in Sicilia, a Petralia Sottana nel Parco delle Madonie il 10 agosto per poi virare a Nord il 20 settembre, raggiungendo il teatro sociale di Pinerolo. 

La novità di questo progetto risiede nella natura di queste biciclette, completamente autosostenibili. Producono energia al 100% e dispongono di una card personalizzata che, in comunicazione con un software, dirà in diretta al “ciclista” (professionista o amatoriale ) di turno quanti watt sta producendo. “Pensate che ogni bici può produrre da 20 a 200 watt, a seconda della pedalata. E, vi assicuro, non è poco” ricorda Daniele Ronco.

RICCARDO LIGUORI

Tags from the story
, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *