Personaggi in cerca di Natura: il concorso in memoria di Mauro Pianta

Un premio, promosso da Regione Piemonte – Settore Biodiversità e Aree naturali, per ricordare Mauro Pianta, giornalista professionista prematuramente scomparso il 4 aprile scorso, in seguito a un problema post-operatorio. Tra le molte collaborazioni che lo riguardano, qui il riferimento è al suo impegno ventennale con la rivista Piemonte Parchi, dove raccontava storie curiose di personaggi impegnati, nei modi più svariati, a tutelare la natura. “Negli oltre 20 anni di collaborazione con la rivista, Mauro ha dimostrato un talento più unico che raro – ricorda la sua collega e direttrice della rivista Emanuela Celona – nello scovare personaggi curiosi e particolari a tutela dell’ambiente, dipingendone un ritratto fedele. Penso ad esempio alla lupologa piemontese Francesca Marucco, la più esperta zoologa italiana di lupi, ma anche a vulcanologi e speleologi”.

Lunedì 18 marzo verrà lanciato online sul sito della rivista il bando in sua memoria: “come redazione abbiamo ritenuto che il modo migliore per ricordarlo fosse dedicargli un premio intitolato Personaggi in cerca di Natura“, sottolinea Celona. L’obiettivo è rintracciare personaggi che a tutt’oggi s’impegnano nella tutela della natura in Piemonte, narrandone la storia e l’esempio: “questo permette di incentivare l’attenzione al territorio locale andando a raccontare storie che riguardano i nostri spazi verdi”. Il premio, riservato agli studenti di scienze della comunicazione, andrà al racconto – supportabile da un video – giudicato più meritevole, che sarà anche pubblicato sul sito Piemonte Parchi. Il suo autore, inoltre, vincerà tre giorni di ospitalità – per due persone – in una struttura ricettiva di un’Area protetta regionale: Alpi Marittime, Appennino Piemontese, Val d’Ossola o Alpi Cozie.  Il vincitore – selezionato a insindacabile giudizio da una giuria composta dalla moglie di Mauro Pianta, Silvia Scarrone, Emanuela Celona, Enrico Massone, Aldo Molino e Toni Farina, socio di Mountain Wilderness – avrà altresì l’opportunità di svolgere un tirocinio presso la redazione della rivista. Il bando rimarrà aperto fino al 5 giugno, non a caso in occasione della giornata mondiale dell’ambiente.

Piemonte Parchi, rivista di informazione e divulgazione naturalistica, unisce al taglio naturalistico degli articoli, l’interesse per l’attualità. Da rivista bimestrale cartacea – ai tempi dell’esordio – evolve in mensile e per molto tempo resta l’unica rivista di un ente pubblico che si mantiene, per il 50%, grazie agli abbonati paganti e l’unica senza pubblicità: 48 pagine di divulgazione scientifica, informazioni sulle realtà e le attività dei parchi, con una particolare attenzione alla grafica e alla scelta delle immagini. “Noi cerchiamo – ricorda la direttrice – di unire informazione scientifica e buona divulgazione grazie ai dati che ci forniscono direttamente i nostri parchi: fonti dirette, affidabili e autorevoli. I temi trattati riguardano tutti noi: l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, la terra su cui camminiamo.  E i parchi, così come gli enti che li proteggono, ci propongono la resilienza necessaria per tutelare l’ecosistema. Sono loro i guardiani a cui fare riferimento”. Parchi Piemonte è un un progetto  che continua a vivere grazie alla collaborazione, dalla sua fondazione ad oggi, di circa mille collaboratori tra giornalisti, fotografi, tecnici, studiosi, ricercatori, dipendenti delle aree protette e appassionati che hanno messo a disposizione le loro sensibilità e professionalità. La rivista conta oltre 6mila iscritti alla newsletter e raccoglie una sfida non da poco: comunicare la natura e l’ambiente, aprendosi al mondo dei social su Facebook, Twitter e YouTube.

RICCARDO LIGUORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *