Anarchici in rivolta a Torino. Weekend di tensione e scontri

Lo sgombero dell’Asilo di via Alessandria, occupato dal 1995 da gruppi anarchici fino allo scorso giovedì 7 febbraio, ha innescato una serie di reazioni che ha messo a dura prova l’ordine pubblico torinese nel fine settimana.

Le serate di giovedì e soprattutto di sabato 9 febbraio sono state teatro di manifestazioni di protesta, accompagnate da scontri con la polizia, esplosioni e devastazioni nei pressi di corso San Maurizio e Porta Palazzo. Gli arresti da parte delle forze dell’ordine non sono bastate a calmare le acque.

Nella giornata di ieri, domenica 10 febbraio, le tensioni si sono spostate nel quartiere delle Vallette, con un rogo nel complesso del carcere.

Sempre alle Vallette, stamattina 11 febbraio, proteste durante l’udienza del processo “Scripta Manent”, in cui imputati sono 23 anarchici del gruppo FAI, Federazione Anarchica Informale: un gruppo di persone sono entrate nell’aula bunker e hanno cominciato a gridare:“Giù le mani dall’asilo” dal settore destinato al pubblico, costringendo ad una sospensione.

LUCA PARENA 

Tags from the story
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *