11 febbraio 2019: il mondo alle 12.30

Elezioni in Abruzzo. Il candidato del centro-destra unito, Marco Marsilio, conquista la regione con il 48,3% dei voti. Lo segue a distanza Giovanni Legnini, il candidato del centro sinistra. Crolla invece il movimento 5 stelle, che resta sotto il 20%. Netto il calo rispetto alle elezioni politiche dello scorso anno, quando aveva totalizzato il doppio dei consensi. Si riduce anche l’affluenza, ha votato poco più di un elettore su due, lontano dai risultati delle politiche dell’anno scorso.

Scontro Bankitalia: il ministro dell’economia Giovanni Tria risponde agli attacchi di Matteo Salvini e Luigi Di Maio. L’indipendenza di Bankitalia va difesa ha dichiarato ieri il ministro dell’Economia. Nei giorni scorsi i due vicepremier avevano manifestato l’intenzione di azzerare i vertici della Banca. Nel mirino c’era la riconferma del vicedirettore Luigi Federico Signorini, il cui incarico scade oggi, considerato poco in linea con le posizioni del governo.

Vicende diplomatiche con la Francia. Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha dichiarato in un’intervista a Repubblica che bisogna ricucire con Parigi. Quando ci si esprime da esponenti di partito e non di governo – ha detto – si deve chiarirlo subito.

Esteri. Migliaia di persone sono scese in piazza a Madrid per protestare contro il premier Pedro Sanchez e la sua intenzione di nominare un mediatore tra il governo spagnolo e quello catalano. Le opposizioni, i liberali Ciudadanos, il Pardido Popular e l’estrema destra di Vox, hanno chiesto le dimissioni del governo e la convocazione di elezioni anticipate. Sanchez ha replicato che il governo lavora all’unità nazionale e ha accusato le destre di slealtà.

Donald Trump accusa i democratici di volere un nuovo shutdown. I negoziati tra repubblicani e democratici si sono nuovamente arenati sulle politiche di immigrazione e sui fondi per il muro. c’è tempo fino a venerdì per evitare un nuovo blocco delle attività governative.

Venezuela: Juan Guaidò, presidente ad interim del Venezuela, ha chiesto ai venezuelani di scendere in piazza per lanciare un appello all’esercito. Ci mobiliteremo – ha scritto su Twitter – per chiedere di permettere l’ingresso nel Paese degli aiuti umanitari che permettano di far fronte alla crisi. Nel frattempo però Nicolas Maduro ha avviato esercitazioni militari per sei giorni nello Stato di Miranda.

Torniamo in Italia. È in corso a Torino, nella sede dell’unione industriale, il vertice tra FCA – Ferrari e il sindacato Fiom per discutere del rinnovo del contratto.

Il Festival di Sanremo si è concluso sabato sera suscitando molte polemiche: il cantante Ultimo, arrivato secondo dopo Mahmood, si è sfogato con i giornalisti in conferenza stampa. Per il televoto era lui il vincitore della 69esima edizione, ma è stata proprio la giuria della Sala Stampa – oltre a quella d’Onore – a ribaltare il risultato. “Mi viene da pensare che non è il Festival scelto dal popolo” ha detto il cantante in un video pubblicato ieri sera su Instagram.

Notte di premiazioni anche a Londra e a Los Angeles. In Inghilterra si è tenuta la 72esima edizione dei Bafta, che ha visto trionfare La Favorita di Yorgos Lanthimos, con sette premi, e Roma di Alfonso Cuaron, che ha vinto la categoria miglior film. Dominano invece la 61esima edizione dei Grammy Awards Childish Gambino con il brano This is America e Lady Gaga, che ha conquistato tre trofei.

E parliamo ancora di sport. Basket: grande vittoria per la Fiat Torino, che batte la Dinamo Sassari 102 a 83. La squadra di Galbiati abbandona così l’ultima posizione in classifica, in vista dell’acquisizione della società da parte del gruppo Leonis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *