Cinquestelle in piazza a Torino per protestare contro Mattarella. Disertato anche il Consiglio

La chiamata alle armi arriva via facebook, whatsapp, telegram. Un’ora per organizzarsi e darsi appuntamento sotto la Prefettura, in Piazza Castello. Così gli attivisti pentastellati torinesi hanno reagito alla notizie dal Quirinale. Raggiunti dopo un’ora anche dalla controparte leghista, gli attivisti sono rimasti in centro fino a tarda serata al grido di “vergogna, vergogna”, “Mattarella dimettiti” e “fuori la mafia dallo Stato”.


Durante quello che poi è diventato un sit-in, si sono presentati in Piazza Castello anche i cinquestelle Valentina Sganga, neo capogruppo in consiglio comunale e Fabio Versaci, presidente della Sala Rossa, insieme a sindaci ed esponenti delle giunte di Venaria e San Mauro Torinese.


La Sindaca Chiara Appendino ha preferito non scendere in piazza, scegliendo invece di usare twitter.

In difesa del Presidente della Repubblica si è schierato il PD torinese, che si è dato appuntamento sempre in Piazza Castello per le 18.30 di oggi 28 maggio

Il vento di protesta dei pensastellati non accenna a placarsi a Torino. Nel pomeriggio di oggi, infatti, i rappresentanti comunali hanno disertato l’Aula. “Per il Movimento 5 Stelle le Istituzioni non possono diventare un palco per maschere tragiche, il nostro posto sarà in piazza tra i cittadini che speravano nel cambiamento. Cambiamento che da oggi siamo ancora più determinati a perseguire”, si legge sul profilo Facebook della consigliera comunale Valentina Sganga.

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *