Domenica a Torino: trasporti deviati, metro ridotta, pulizia del Po. Tutte le cose da sapere

Domenica ricca di iniziative e di qualche disagio per i torinesi. Il 27 maggio è infatti sospesa la “domenica ecologica” prevista e resta libero l’accesso alla Ztl cittadina perché un intero quartiere, nella zona di Eataly al Lingotto, sarà evacuato per disinnescare la bomba ritrovata nei giorni scorsi. Per questo vi saranno deviazioni e riduzioni dei servizi di trasporto. Ecco tutte le cose da sapere per muoversi in città.

La bomba

Dalle 9.30 alle 15.30 di domenica 27 maggio saranno staccati luce, gas, telefoni e sospesi il traffico aereo e ferroviario nella “zona rossa” dove viene disinnescata la bomba. Verranno inoltre sfollate centinaia di persone, ben più delle 500 previste inizialmente dalla protezione civile, che si ritroveranno al PalaVela durante l’orario off limit. La bomba è un ordigno aereo della Seconda Guerra Mondiale, del peso di alcune centinaia di libbre, con un carico di esplosivo di 130 chili.

Le deviazioni  

Per questa ragione l’ultima fermata della metropolitana, in direzione Sud, sarà per tutta domenica 27 maggio quella di Torino Porta Nuova. I mezzi di trasporto saranno deviati nell’area interessata, che si trova all’interno del perimetro rosso.

Domenica ecologica, sì o no? 

Sempre domenica a Torino era anche prevista la “domenica ecologica” e le iniziative sul tema sono tantissime. L’emergenza relativa alla bomba ha però fatto saltare la consueta chiusura al traffico di tutta la Ztl, che resterà invece ad accesso libero.

Restano però gli eventi principali: il Cus Torino organizza il “Waste Mob 2018”, dalle 14, maratona urbana di raccolta rifiuti da parte dei cittadini lungo le rive del fiume Po, a partire da piazza Vittorio. È necessario iscriversi dall’apposita pagina Facebook: vince chi ritira più rifiuti. E arriva anche il pulitour al ponte Carpanini, con la stessa idea: pulire il proprio quartiere. Infine, lanciata l’iniziativa “1000 alberi per Torino”, voluta dall’amministrazione comunale.

CAMILLA CUPELLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *