Morto l’uomo caduto nel Po dopo il salvataggio del canottiere

È morto nel pomeriggio di martedì 20 marzo l’uomo che era stato recuperato nel Po da un canottiere durante l’allenamento del mattino. Andrea Ronco, atleta del Circolo Caprera, stava passando in quel tratto del fiume con la sua imbarcazione quando ha notato una persona in difficoltà. L’ha riportata sulla banchina del Circolo, e qui è stato raggiunto dai vigili del fuoco e dalla polizia. L’uomo è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso del Cto, per le fratture scomposte provocate dall’impatto con l’acqua, ma non c’è stato nulla da fare. Secondo la testimonianza della segretaria del Circolo “non aveva intenzione di suicidarsi, è scivolato e poi, per le fratture, non è riuscito a rimanere a galla”. I vigili confermano le parole della donna parlando di una chiamata per “un uomo appeso al ponte”. La polizia indaga per scoprire la dinamica dell’incidente, avvenuto nei pressi del Ponte Isabella in corso Vittorio Emanuele.

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *