Torino, identificato l’uomo che ha rivolto insulti razzisti a Giulia sull’autobus

È un senza fissa dimora l’uomo che ha insultato la campionessa di basket su un autobus torinese per il colore della pelle lo scorso dieci novembre. Su una vettura della linea 63 la ragazza, quindicenne, era stata  maltrattata da un uomo: «Senza nessun motivo mi ha sferrato un forte calcio al ginocchio sinistro – aveva raccontato Giulia (il nome è di fantasia) -. Mi ha detto: togliti dalla mia vista». L’uomo aveva poi proseguito con gli insulti, nell’indifferenza dei presenti.

L’identificazione è avvenuta a seguito alle indagini svolte dai carabinieri di Rivoli e Grugliasco grazie all’acquisizione dei filmati di videosorveglianza di quel giorno.

Per il soggetto, già noto alle forze dell’ordine per episodi legati all’abuso di alcol e sostanze stupefacenti, e già sottoposto negli anni passati a trattamento sanitario obbligatorio, non è stata disposta la misura cautelare del carcere ma le forze dell’ordine stanno valutando quali precauzioni adottare per prevenire altri episodi di questo tipo.

CAMILLA CUPELLI
Tags from the story
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *