Partita del Cuore: la festa dello Juventus Stadium a favore della ricerca

Lo Juventus Stadium nel pre partita della XXVI Partita del Cuore

La 26esima Partita del Cuore è finita con un pareggio, 5-5. A vincere è stata la ricerca, con lo Juventus Stadium tutto esaurito per la sfida tra la Nazionale Italiana Cantanti e i Campioni per la ricerca. L’obiettivo dichiarato dagli organizzatori è quello di superare il record d’incassi del 2015 di 2 milioni e 111mila euro. L’ultimo dato, martedì sera, parlava di 1 milione e 300mila euro tra tagliandi e sms al 45540 inviati durante l’incontro. Ma i messaggi solidali per le donazioni alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro e a Telethon proseguiranno sino al 6 giugno e il ricavato è destinato a crescere.

Il pubblico ha risposto con grande entusiasmo, spinto dalla curiosità di vedere all’opera ex glorie come Pavel Nedved, Edgar Davids e Alessandro Del Piero e i ferraristi Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Almeno nel primo tempo le gradinate dello Stadium erano uno spettacolo di colori e striscioni. Tra l’intervallo e l’inizio della ripresa, la gente ha però iniziato a defluire. La sindaca di Torino Chiara Appendino ha dato il calcio d’inizio con alcuni minuti di ritardo rispetto all’orario previsto (21.25). Per esigenze televisive – la partita è stata trasmessa in diretta su Rai Uno – l’evento è finito alle 23.35. Troppo tardi per molte famiglie che la mattina seguente si sono svegliate per andare al lavoro o per accompagnare i bambini a scuola.

FEDERICO PARODI
VALERIO BARRETTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *