Il giornalismo del futuro: Mediapart ci indica la strada

In un’epoca in cui le notizie arrivano ovunque i giornalisti servono ancora? Sì, perchè quelle notizie vanno verificate, integrate, approfondite e per fare questo non basterà l’algoritmo di Facebook. Saranno quindi la qualità e l’approfondimento a far sopravvivere il giornalismo, anche on-line. Perché ciò avvenga è necessario che i contenuti siano pagati. La formula migliore a mio parere è quella trovata dalla francese Mediapart che, puntando sulle grandi inchieste, è riuscita a ottenere un tale successo di abbonamenti da poter rinunciare alla pubblicità. La testata inoltre ha creato una vera comunità con gli utenti, che hanno uno spazio in cui possono intervenire. Questo è un altro elemento che bisognerà incrementare: la partecipazione del lettore, il che non significa scrivere solo ciò che il pubblico si aspetta, ma favorire il dibattito.

VALENTINA IORIO

Tags from the story
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *