L’evoluzione nel giornalismo

Il giornalismo  si muove e si replica su piattaforme che hanno caratteristiche tali da poterlo diffondere. Dalla carta ai blog, passando per i siti internet, i social network, i droni e gli smartphone. «Il problema è che ci sono “news” e ci sono “papers”, e sono due cose separate» come ha detto il padre di internet Vint Cerf.

Noi lo stiamo imparando ora. Ciò che si muove e si moltiplica deve anche adattarsi, per preservare la sua funzione originale di informazione. Il giornalismo, nel futuro, dovrà sfidare l’indifferenza di un pubblico sempre più rivolto verso le notizie che non condizionano realmente la nostra vita e rimanere tuttavia sostenibile. Serviranno fondi privati e finanziamenti pubblici, ma anche la capacità di trovare nuovi metodi di raccontare informazioni che abbiano un impatto sulla salute della democrazia.

RAFFAELE ANGIUS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *