Giornali 2.0: corsa digitale e collezionismo cartaceo

La tecnologia ha permesso al giornalismo di stare al passo con le notizie, l’economia non ancora. Nella crisi dell’informazione, il passaggio dalla carta al digitale è netto. Il giornale del futuro si arricchirà ogni minuto di video, foto e ultim’ora esattamente come le homepage dei social network. Le news saranno sulle app delle testate, fruibili con abbonamenti digitali. Tablet e smartphone sono strumenti di monopolio, ma la carta non morirà: sport o politica che sia, alcune notizie certi giorni “pesano” più di altre. Un cartaceo da affiancare al quotidiano digitale sarà apprezzato da collezionisti affezionati ai loro temi di interesse. Il modello “social media” caratterizzerà il giornalismo post crisi. Aggiornamenti e partecipazione, questo il business di professionisti dell’informazione armonizzatori del flusso digitale e creatori di un cartaceo elitario per gli appassionati.

LORENZO NICOLAO
(Scuola Walter Tobagi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *